Procedura di rimborso bollette a credito

 

L’utente può richiedere il rimborso di una bolletta a credito, derivante dalla cessazione del contratto (le bollette a credito emesse su utenze attive verranno rimborsate sulle bollette successive fino ad esaurimento, salvo richiesta specifica di rimborso da parte del cliente), attraverso il “Modulo di Richiesta rimborso credito”. Qualora l’utente sia diverso dall’intestatario del conto corrente (solo nei casi previsti nella dichiarazione) è necessario presentare anche la “Dichiarazione sostitutiva atto notorietà” allegando un documento di identità.

Il Modulo di Richiesta rimborso credito contiene i dati del richiedente il rimborso, l’importo da rimborsare, la fattura di riferimento e i dati bancari per effettuare il relativo Bonifico.

Qualora l’utente richiedente il rimborso risulti debitore di importi pregressi, il rimborso potrà essere effettuato solo dopo la chiusura delle partite insolute. Se l’utente ha un debito pregresso per bollette non intestate a Pavia Acque, è necessario che prima provveda al pagamento dell’insoluto dovuto ad asm vigevano e lomellina s.p.a. e poi si potrà procedere al rimborso delle partite a credito Pavia Acque.

L’utente può consegnare il modulo:

  • direttamente allo sportello di Pavia acque Ufficio di Vigevano in viale Petrarca 68 a Vigevano
  • tramite fax allo 0381/82794
  • al seguente indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.